TEMA SISTEMI VINCE IL PREMIO INNOVAZIONE SMAU 2022

TEMA SISTEMI VINCE IL PREMIO INNOVAZIONE SMAU 2022

Il Premio Innovazione Smau è un riconoscimento della grande propensione all’innovazione delle aziende italiane. Un Premio assegnato alle imprese che hanno dato un apporto innovativo concreto alla propria realtà e contribuito a far crescere il sistema Paese nel suo insieme.

Quest’anno Tema Sistemi ha vinto il premio innovazione presentando il progetto SAFENG|PC dedicato alla protezione antincendio del patrimonio culturale.

Il progetto SAFENG | PC

Nel 2020 l’idea ha cominciato a prendere forma grazie alla nascita della start up innovativa Firtech, creata proprio per questo progetto da un ramo di Tema Sistemi, e alla collaborazione con l’Università degli Studi di Ferrara, con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e con Ferrara Fiere e Congressi.

Il primo step è stato quello di comparare gli impianti antincendio già esistenti, valutando, a parità di efficacia, tre aspetti considerati chiave: il grado di dannosità per le opere, il grado di dannosità per l’uomo e il grado di dannosità per l’ambiente. Tale lavoro di analisi ha portato a individuare nei nuovi sistemi “water mist” ad acqua nebulizzata la soluzione più indicata: erogano infatti una nebbia d’acqua direzionabile e molto fine (le gocce hanno una dimensione nell’ordine di un micron) che non penetra nei dipinti o negli arredi e non li danneggia. La sfida, individuata questa soluzione, è stata quella di declinarla in maniera specifica per proteggere le differenti categorie di beni, studiando – situazione per situazione – i diversi materiali/ambienti e calibrando ad hoc le variabili.

Prime applicazioni

Tema Sistemi ha già protetto con la tecnologia water mist il Museo Correr di Venezia, Villa Contarini a Piazzola sul Brenta (PD) e la Biblioteca di Castel Capuano “Alfredo De Marsico” di Napoli.

Il Ministero della Cultura collabora al progetto, offrendo dei siti di sperimentazione all’interno di alcune strutture museali e concedendo dei frammenti di materiali antichi per effettuare dei test nei laboratori dell’Università di Ferrara. Attualmente sono state svolte, nel corso del 2021, delle sperimentazioni sulla Reggia di Caserta, sulla Biblioteca Marucelliana di Firenze e sul Palazzo Ducale di Mantova.
Il progetto è supportato anche dal Parlamento Europeo – Ufficio di Collegamento Italia, dal Green Building Council, da Assorestauro, dalla Direzione Generale alla Sicurezza del Patrimonio Culturale e dall’Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici della Conferenza Episcopale Italiana.

 

Benefici ottenuti

Il sistema consente di tutelare le opere d’arte e i siti di interesse dagli incendi per la prima volta in maniera specifica con un beneficio per il patrimonio culturale e per la collettività. La soluzione scelta non crea rischi per la salute ed è sostenibile per l’ambiente: consente un risparmio d’acqua pari al 90% rispetto ai sistemi tradizionali e la dimensione contenuta dei suoi dispositivi implica minori materiali utilizzati per la produzione, tra l’altro interamente riciclabili. Il progetto infine è stato fonte di evoluzione per l’azienda – che ha dato vita a una start up innovativa – e di arricchimento, grazie allo scambio di know-how con le numerose altre realtà coinvolte.

Qui sotto qualche scatto dell’evento e della premiazione!

 

 

 

Clicca qui per guardare il video della presentazione del progetto all’evento SMAU

 

 

Give a Reply

Per news e aggiornamenti iscriviti alla nostra newsletter

Dichiaro di aver letto l'informativa per la privacy

   CHIAMACI     |        SCRIVICI